A breve una descrizione

Quando visito un’azienda esamino i problemi delle piante presenti con una osservazione visiva accurata, poi suggerisco di effettuare delle analisi frequenziali secondo il metodo QUANTUMPLANTARUM, quindi la quantistica rappresenta la base di partenza necessarie per aumentare la produzione delle piante erbacce, orticole ed arboree. Indi stabilisco la terapia da attuare, e poi a seconda della situazione aziendale posso suggerire di applicare alcuni aspetti dell’Agricoltura Biodinamica, dell’Agromeopatia, dell’Agricoltura Sinergica, dell’Agricoltura Rigenerativa e quant’altro.

Inoltre Propongo all’agricoltore e imprenditore agricolo se vuole assoggettare totalmente e volontariamente la sua azienda alla quantistica e propongo quindi un disciplinare da seguire rappresentato da dieci linee guida, di seguito riportate.

Le dieci regole dell’agricoltura quantistica responsabile:

  • Evitamento totale all’uso di erbicidi, pesticidi, fosforganici, clororganici, fertilizzanti di sintesi chimica.
  • Seguire scrupolosamente i suggerimenti e le terapie da effettuare.
  • Per la fertilizzazione utilizzare esclusivamente letame proveniente da allevamenti rigorosamente biologici o biodinamici (ancora meglio).
  • Essere Felici e grati per le piccole cose dell’azienda e pensare positivi, poiché a livello quantistico se il proprietario soffre, invia energie negative alla propria azienda, infatti generalmente l’azienda ha la stessa frequenza del proprietario.
  • Rispettare l’ambiente
  • Salvaguardare le api e i pronubi evitando l’uso di sostanze chimiche.
  • Rispettare tutte le piante presenti nella propria azienda inviando messaggi di gratitudine e di amore
  • Rispettare e trattare bene gli operai che lavorano nella propria azienda, poiché se li tratto male la mia azienda avrà difficoltà produttive ed economiche.
  • Salvaguardare, quanto possibile, anche le infestanti, poiché ogni pianta indica e rappresenta un significato, già le piante infestanti ci raccontano qualcosa.
  • Vendere i prodotti presenti in azienda direttamente al consumatore quanto possibile.

Seguendo L’AGRICOLTURA QUANTISTICA RESPONSABILE, evitando in primis l’uso di sostanze chimiche di sintesi, salvaguardo l’ambiente e soprattutto la salute del consumatore, infatti eliminando le sostanze di sintesi chimica si previene l’Alzheimer, il Parkinson che sono ritenute la peste del secolo. Ciò è terrificante.
infatti le stime del 2015 per l'Alzheimer (a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto Superiore di Sanità):
Si stima che, a livello mondiale, nel 2015 sono presenti 46,8 milioni di persone affette da una forma di demenza (in Italia oltre 1 milione e 200 mila). Cifra destinata quasi a raddoppiare ogni 20 anni, fino a raggiungere 74,7 milioni di persone nel 2030 e 131,5 milioni nel 2050.
E per la Medicina Ufficiale queste patologie sono considerate irreversibibili e progressive .... cioè non curabili. Altre malattie dovute ai pesticidi nei cibi possono essere l’Ictus, l’infarto, la Sensibilità Chimica Multipla, la Sclerosi Multipla, ecc.